Ultime NEWS
giovedì 10 novembre 2016
domenica 2 ottobre 2016
domenica 12 giugno 2016
mercoledì 8 giugno 2016
lunedì 29 febbraio 2016



Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:




Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella

Movimenti presenti in parrocchia

Presentazione dei Movimenti in parrocchia

È bene sapere che nella Chiesa Italiana, ma non solo, sono presenti tanti Movimenti e Associazioni che operano al suo interno, accolti dopo attenta valutazione dei vescovi, come suggerito dal Papa Giovanni Paolo II, per il bene dell’Unico Corpo di Cristo.
Si veda a questo proposito quanti di essi sono presenti nella nostra Diocesi (vedi sito)  e fanno parte della CDAL (Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali)

Il credente sa che i Movimenti sono sorti in epoche diverse e per diversi fini, ma sempre sotto l’azione instancabile e comune a tutti dello Spirito Santo, che si è servito di alcune persone specifiche per portare a compimento la sua necessaria Opera, attraverso uno specifico Carisma, che si chiama: “Carisma di fondazione”.
A questi Movimenti aderiscono poi negli anni, altre persone chiamate sempre dallo Spirito, sotto forma di intuizioni o di necessità che la singola persona sentiva come bisogno e che non trovava nella propria realtà parrocchiale.
C’è così il Movimento che offre una spiritualità più rivolta alla preghiera o all’azione nella testimonianza o nell’annuncio o nella formazione, ecc..
Ma c’è un’unica finalità, il loro servizio nella Chiesa, che unisce tutti i Movimenti: quella di cercare di far conoscere meglio a tutte le persone Cristo che ci ama e vuole salvare ogni uomo che lo incontra e ha fede in Lui, con la sua morte e risurrezione.
Nell’azione pastorale parrocchiale, il parroco saprà mettere a frutto le singole caratteristiche dei movimenti presenti, per una sempre nuova, matura ed efficace evangelizzazione della comunità.

Se tu desideri comprendere meglio la tua fede in Dio Padre e in Gesù suo Figlio e senti un’ulteriore esigenza che ti sprona a fare una esperienza più forte e diversa, dovresti rivolgerti senza timori, al parroco, don Gianni, per ricevere l’aiuto e l’indirizzo opportuni.


P
resentazione del "Movimento Apostolico"

Il Movimento Apostolico (vedi sito) è sorto a Catanzaro, il 3 novembre 1979, tramite la signora Maria Marino che ne è Ispiratrice e Fondatrice. E’ un’aggregazione ecclesiale di fedeli laici, che si adopera per «il ricordo della Parola di Dio con l’evangelizzazione e la catechesi, la forte saldatura tra fede e vita per i propri membri, l'animazione apostolica delle parrocchie, specialmente quelle dove c'è più bisogno» (Statuto). L'impegno di formazione si traduce in missione nella Chiesa e nel mondo: gli aderenti si sforzano di testimoniare Cristo nei loro diversi ambiti di vita e nelle opere di carità; si inseriscono attivamente nelle parrocchie, in obbedienza per la fede ai Pastori e in collaborazione con le altre aggregazioni ecclesiali, operando con umiltà e serietà, secondo il proprio carisma, per "riempire la Casa del Padre".

Il Movimento è diffuso oggi in tutta Italia. E’ ormai una presenza consolidata anche in Svizzera, Germania, Camerun, Repubblica del Congo. Attualmente è in via di formazione in altri Paesi. Un primo settore di impegno del Movimento Apostolico, in conformità al proprio carisma, è l’evangelizzazione e la catechesi. Dove il Movimento Apostolico è presente, si rende disponibile per impiantare una catechesi organica, sistematica e permanente, guidata dai sacerdoti ed aperta a tutti fedeli, secondo gli orientamenti pastorali del Vescovo del luogo e in comunione con i parroci. Il contenuto della catechesi è la fede della Chiesa, chiarificata meditando la Sacra Scrittura nel contesto della Sacra Tradizione e del Magistero. Il programma di catechesi è accompagnato da incontri di formazione alla spiritualità del Movimento, perché gli aderenti possano corrispondere con coscienza e responsabilità al carisma specifico e al ruolo proprio che questa aggregazione ha nella Chiesa. Concludendo i lavori del terzo convegno del Movimento Apostolico, S.E. Mons. Mauro Piacenza, Segretario della Congregazione per il Clero, ha commentato: «L’essere “Movimento Apostolico” e vivere la speranza cristiana, significa concepirsi come partecipi di questa “missionarietà” della Chiesa stessa (...). Siate testimoni di questo Regno, di questa speranza!».

In questo intenso lavoro di annuncio del Vangelo, sono nate numerose vocazioni al sacerdozio, al diaconato ed alla vita consacrata. Il 26 febbraio 2006 S. E. Mons. Antonio Ciliberti ha accolto la professione religiosa delle prime cinque consacrate nell’Istituto Secolare Maria Madre della Redenzione, nato proprio dalla spiritualità del Movimento Apostolico.

Mostrare la bellezza del Volto della Chiesa e la gioia della fede, nelle molteplici forme della nuova evangelizzazione è la priorità che è particolarmente a cuore della presidente Cettina Marraffa.

Nuovo segno di fecondità è il Centro Studi Verbum www.centrostudiverbum.it, composto da un nutrito gruppo di teologi uniti dalla spiritualità del Movimento Apostolico. Il Centro opera sul versante della ricerca e dell’insegnamento teologico, in dialogo con le istituzioni accademiche e il mondo della cultura.
Per informazioni: Rosella Lococo (3388803785)

Presentazione del Movimento dei "Focolari - Opera di Maria"

L’Opera di Maria, più conosciuta come “Movimento dei Focolari (vedi sito), è nata a Trento da Chiara Lubich il 7 dicembre 1943. Il dramma del secondo conflitto mondiale imparte una lezione decisiva: tutto crolla, tutto è vanità delle vanità. Solo Dio resta.”Dio Amore” fa irruzione nella sua vita, e in quella delle sue prime compagne, trasformandola. In risposta all’amore, viene riscoperto il Vangelo come rivoluzione personale e collettiva che sana divisioni, conflitti e disparità sociali. Nel “che tutti siano uno” evangelico, Chiara intuisce esservi il progetto di unità universale per cui spendere la vita.
Finita la guerra, le prime focolarine si trasferiscono in alcune città d’Italia per esigenze di studio e di lavoro e, attraverso di loro, il Movimento si diffonde in tutte le regioni italiane.
Nel 1956 inizia la diffusione in Europa, nel 1958 in America Latina, nel 1961 nell’America del Nord. Il 1963 è la volta dell’Africa, il 1966 dell’Asia, il 1967 dell’Australia.
Il “Carisma” di Chiara è ora diffuso in 182 paesi del mondo e conta circa due milioni di aderenti e simpatizzanti in prevalenza cattolici, ma non solo. Ne fanno parte a vario titolo migliaia di cristiani di 350 Chiese e comunità ecclesiali; molti seguaci di varie religioni, tra cui ebrei, musulmani, buddisti, induisti, sikh… e persone di convinzioni non religiose.
Il nucleo centrale del Movimento è costituito da oltre 140 mila animatori delle diverse diramazioni.
Fine generale dell’Opera è la perfezione della carità da raggiungere vivendo la spiritualità dell’unità che anima l’intero movimento.
Obiettivo specifico è contribuire alla fratellanza universale e comporre in unità, nella diversità, la famiglia umana attraverso 4 dialoghi: all’interno della Chiesa Cattolica, tra cristiani di varie Chiese e comunità ecclesiali, tra fedeli di altre religioni, con persone di buona volontà di convinzioni non religiose.
L’azione sociale del Movimento dei focolari, per l’universalità del suo carisma, si concretizza in ogni luogo e ambiente: nell’economia (Economia di Comunione), nella politica (Movimento politico per l’Unità), nello studio (Istituto Universitario Sophia), nell’editrice Città Nuova e molto altro.
Il Movimento promuove, a livello territoriale e non, incontri di formazione spirituale e sociale aperti a tutti.
Anche a S.Giorgio ogni mese viene distribuita la “Parola di Vita”: un foglietto che riporta una frase della Sacra Scrittura seguita dal commento di Chiara Lubich; per chi lo desidera, una volta al mese ci si ritrova presso la famiglia Sanfelici Sergio (tel. 0376370007) per mettere in comune la vita vissuta alla luce della Parola di Dio.

Presentazione della Comunità “Gesù ama” del Rinnovamento Carismatico Cattolico

La Comunità “Gesù Ama” (vedi sito) ha origine e fondamento dalla spiritualità del Rinnovamento Carismatico Cattolico ed ha come fulcro la conoscenza e la conseguente sperimentazione della presenza e della potenza dello Spirito Santo in tutte le realtà della vita quotidiana, il forte richiamo all’esperienza comunitaria come mezzo di sostegno per una sempre più profonda e radicata conoscenza del messaggio di salvezza del Vangelo, la gioia e l’entusiasmo nel mettersi al seguito e al servizio di Gesù per diventare i Suoi annunciatori e testimoni nel mondo.
La Comunità “Gesù Ama” nasce a Roma nel 1992 per iniziativa di un piccolo gruppo di fedeli, già provenienti da un lungo cammino di maturazione e di responsabilità all’interno della spiritualità carismatica, con l’intento di essere un mezzo di conoscenza e di sperimentazione concreta dell’immenso e gratuito amore di Gesù per gli uomini, secondo la parola: “Và e annuncia a tutti che Dio ama gli uomini e li salva”.
Nell’anno 2000 la Diocesi di Roma riconosce ufficialmente la Comunità “Gesù Ama” con decreto dell’11 giugno 2000 prot.. n. 610/00, solennità di Pentecoste, a firma del Vicario Generale di Sua Santità Giovanni Paolo II, Cardinale Camillo Ruini, Presidente della C.E.I.
La Comunità “Gesù Ama” è presente da alcuni anni anche a Mantova presso la nostra Parrocchia dove si incontra tutti i lunedì alle ore 20,30 per la preghiera comunitaria.
Per informazioni: Cristina Besacchi (tel. 3477304114) e Gionfra Ilaria (tel. 3661831983)

Presentazione del Movimento "Cursillos di Cristianità"

È un movimento nato a Palma di Maiorca nel 1949 per opera di Eduardo Bonnin (biografia),
 un pennello, come si autodefiniva, nelle mani dello Spirito. Eduardo è nato a Palma di Maiorca il 4 maggio del 1917, ed è là morto il 6 febbraio 2008.
Il Movimento si è poi diffuso a cominciare dal 1953 nei paesi di lingua spagnola e portoghese, e poi in America latina. La prima nazione raggiunta è stata la Colombia, seguita da Bolivia e Messico, e via via tutte le altre nazioni del sud America, da qui si è poi diffuso nel nord America e in oriente. Nel frattempo dalla Spagna e dal Portogallo si diffondeva nel resto d'Europa. Oggi è presente in 60 nazioni nel mondo.
In Italia (vedi sito) la prima diocesi a ricevere i Cursillos è stata la diocesi di Fermo nel 1963, seguita da Bologna, da cui Modena e quindi Mantova nel 1977 (sito).
Già il 14 dicembre 1963 il Movimento otteneva il primo riconoscimento ecclesiale. Paolo VI con una lettera apostolica, proclamava l'apostolo Paolo patrono del "Movimento Cursillos di Cristianità". In Italia lo Statuto dell’Associazione ha avuto l’approvazione dalla CEI nel 1999.
Il Movimento dei "Cursillos di Cristianità" a livello mondiale opera attraverso l'OMCC, "Organismo Mondiale dei Cursillo Cristianità", che ha ottenuto il riconoscimento canonico dei suoi Statuti da parte del Pontificio Consiglio per i Laici il 30 maggio 2004.
Carisma fondazionale: L'evangelizzazione degli ambienti di vita attraverso le persone che là sono presenti.
Il Movimento dei Cursillos di Cristianità è un Movimento di Chiesa formato e condotto da laici, che insieme ai preti, si prefigge di annunciare ai nuovi partecipanti in un Corso di tre giorni, tenuto da laici e preti, il Kerigma, con gli aspetti fondamentali del Vangelo, attraverso una proclamazione vivenziale e gioiosa. In questo modo il Cursillo si inserisce nella pastorale profetica e kerigmatica della Chiesa, proponendosi di far riscoprire ai credenti il significato del proprio battesimo, quali: sacerdoti, re e profeti, con la scoperta di Cristo risorto e vivo, e così indirizzarli a portare con la testimonianza e l’annuncio la forza del Vangelo nei loro ambienti di vita normale, attraverso gruppi di cursillisti là presenti. Si tengono Corsi separati per donne e uomini.
Il Cursillo vuole porsi al servizio della Diocesi dov’è presente, vivendo in comunione con il proprio Vescovo, con la collaborazione dei sacerdoti presenti e offre la sua disponibilità ad operare nel settore dell'evangelizzazione secondo il proprio Carisma. Ogni cursillista, fatto il Corso di tre giorni, attraverso una specifica formazione, è sollecitato ad essere disponibile ed aperto nella propria parrocchia, anche se viene preparato verso una pastorale specifica nell'ambito dell'evangelizzazione degli ambienti nei quali cercherà di individuare, nell’amicizia, le persone, specialmente i lontani dalla Chiesa, da invitare all’esperienza del Corso. Perché è attraverso l'esperienza del Corso, che lo Spirito Santo evangelizza ogni partecipante e lo fa incontrare con Cristo risorto e vivo, è un piccolo Giubileo di redenzione nel Padre misericordioso.
Per informazioni: Maria Rosa e Fausto Bettoni (tel. 0376371018)