Ultime NEWS
sabato 24 novembre 2018
mercoledì 12 settembre 2018
domenica 10 giugno 2018
mercoledì 28 marzo 2018
venerdì 16 marzo 2018



Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:




Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella

Omelie della domenica: ARCHIVIO AUDIO

« Elenco records

Omelie della domenica: ANNO liturgico C 2018-2019 - Il Vangelo per immagini

domenica 9 dicembre 2018

Anno C - Vangelo di Luca


Anno Liturgico 2018-2019
In questo anno leggeremo, ascolteremo e coomenteremo il vangelo di Luca. 

Una breve presentazione del Vangelo di Luca, che ci introduce ad una sua migliore comprensione.

Mons. Ravasi presenta Luca come l'evangelista delle donne...




S.Luca mentre ritrae il volto di Maria.










Nota informativa: Sono disponibili le registrazioni audio delle omelie della Messa delle ore 10,30 a partire dalla prima domenica di Avvento dell'Anno B 2011 .
--------------------------------------------------------------------
1° Dom Avvento
+ Dal Vangelo secondo Luca 3,1-6

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato; le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate. Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

Se desideri ascoltare l'omelia della Messa delle 10,30: clicca quì
Se desideri comprendere meglio "IL VANGELO DI GESU'": clicca qui 
------------------------------------------------------------------------

Immacolata Concezione di Maria
+ Dal Vangelo secondo Luca 1,26-38
Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria.Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio.Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.
Se desideri ascoltare l'omelia della Messa delle 10,30: clicca quì
------------------------------------------------------------------------
1° Dom Avvento
+ Dal Vangelo secondo Luca 21,25-28.34-36
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina. State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

Se desideri ascoltare l'omelia della Messa delle 10,30: clicca quì
Se desideri comprendere meglio "IL VANGELO DI GESU'": clicca qui
------------------------------------------------------------------------